Cantina Tedeschi: passione e qualità

Oggi vogliamo parlarvi di vini e, in particolare dei prodotti del territorio della Valpolicella.

Siamo stati ad una cena di degustazione al ristorante Rigolo dei Simoncini, a Milano, organizzata dalla Famiglia Tedeschi, una delle cantine storiche di Valpolicella e Amarone e sicuramente una delle piu conosciute.

La famiglia Tedeschi, infatti, è nota per la qualità dei suoi prodotti e per la ricerca costante sui vini di terroir, vini prodotti utilizzando solo i vigneti collinari.

L’azienda di famiglia è gestita da Lorenzo, Maria Sabrina, Riccardo e Antonietta Tedeschi e vanta una tradizione che ha radici addirittura nel 1630, radici antiche unite a metodi innovativi di produzione e gestione del terreno che consentono la creazione di vini dal carattere forte e deciso.

old vintages cellar

Maria Sabrina Tedeschi ci ha introdotto, durante tutta la serata, allo stile e al pensiero Tedeschi, dove i suoi vini potenti sono frutto dell’interpretazione di ogni singola vendemmia, per cui la valutazione della stagione diventa parte integrante del prodotto finale che ne sfrutterà tutti i punti di forza.

“Siamo convinti che ogni nostro vino debba essere considerato come un figlio della

nostra terra e della nostra storia. L’autenticità dei nostri vini nasce da 400 anni di viva

passione e di attenta ricerca.”

La serata, come dicevo, è iniziata con una breve introduzione di Maria Sabrina Tedeschi, che ci ha poi accompagnato con una spiegazione di ogni singolo vino presentato e accompagnato da prodotti che ne hanno esaltato le virtù.

DSC_3657

La Famiglia Tedeschi oltre ai terreni collinari che ne caratterizzano la produzione, possiede anche circa quattro ettari in pianura che ha destinato alla creazione e produzione del Lucchine, un Valpolicella Classico, leggero e adatto per gli antipasti; proprio il Lucchine è stato il vino con cui abbiamo aperto le danze.

Insieme alla bruschetta e alle cruditè in olio Martenigo abbiamo poi potuto degustare proprio il Martenigo, un Valpolicella Superiore.

I nomi dei vini di casa Tedeschi derivano direttamente dal nome del vigneto di riferimento, e in questo caso giusto appunto Maternigo, situata tra i comuni di Tregnago e Mezzane di Sotto ad un’altitudine compresa tra i 270 e i 370 metri e caratterizzato da una fortissima pen­denza del terreno, argilloso,  che in alcuni punti raggiunge il 35%.

Un vino dal colore rosso rubino intenso, dove subito si notano le note frutate di ribes ros­so, amarena, ciliegia, prugna.

Davvero ottimo davvero gradevole e perfetto con il menù proposto per la serata.
La degustazione continua accompagnata da una tartarina di fassona e da formaggi erborinati, con cui abbiamo  la fortuna di degustare la Fabriseria, un altro Valpolicella Superiore, prodotto nell’omonimo vigneto.

Il vigneto Fabriseria si estende per 7 ettari in località Le Pontare, ad un’altitudine media di 450 metri con  pendenza marcata, e composto da strati di calcari e marne intercalati tra loro.Il microclima molto asciutto favorisce la formazione di grappoli sani e ben maturi, mentre il vino ha note di ribes, amarena, ciliegia, prugna amalgamate a note minerali, eteree e di vaniglia.
E’ un vino lungo, persistente, molto elegante ben bilanciato da una importante struttura tannica.

Buonissimo, tanto che approfittiamo e facciamo il bis.

E’ ora il momento forte, ci viene servito l’Amarone, che accompagna un risotto all’Amarone davvero speciale.

L’Amarone di casa Tedeschi, il Capitel Monte Olmi è davvero eccezionale e racchiude tutta l’esperienza, la passione e la professionalità della Famiglia Tedeschi.

Passione che Maria Sabrina Tedeschi riesce a farci cogliere quando ne descrive la particolare storia (pare che l’Amarone sia nato da un errore), le virtù e il grande lavoro che porta alla produzione di questo grande vino italiano.

Un vino dalla grande durata che può essere degustato anche dopo 20 anni!!
Il vigneto Monte Olmi è sito nella  frazione di Pedemonte, nel comune di San Pietro in Cariano, a un’altitudine di 130 metri posto sul pendio del monte e ha un’estensione di circa 2,5 ettari.
La forte pendenza che lo caratterizza ha richiesto la costruzione di muretti a secco realizzati in pietra locale.
L’alta qualità del grappolo è assicurata dalla combinazione di un’ottima esposizione ai raggi solari e da un microclima ventilato.
Il colore è rosso rubino intenso, da subito si sentono le di frutti rossi, spezie e fiori unitamente alle note del legno.
In bocca risulta di struttura robusta  con note pepate, frutti rossi e  buona tannicità.
Un’esplosione di gusto che va goduto nel tempo lasciando che il sapore venga valorizzato.

Chiude la cena un favoloso tiramisù al Reciotto, accompagnato dal Recioto Capitel Fontana.

Una cena fantastica, per cui dobbiamo ringraziare la Famiglia Tedeschi e l’organizzazione di Nicoletta Longo, in cui abbiamo davvero cominciato ad imparare come degustare correttamente questi eccezionali prodotti della Valpolicella e dove abbiamo capito e toccato con mano la professionalità e la passione che Lorenzo tedeschi ha ereditato dalle generazioni precedenti ed  ha trasmesso a tutta la sua famiglia.

La Famiglia Tedeschi ci ha mostrato cosa vuol dire lavorare la vite in Valpolicella alla ricerca del “vino perfetto”, quello che meglio interpreta l’anima di questa magnifica terra.
Il lavoro dei vitivinicoltori è fatto si di conoscenze ma anche di esperienza, in questo caso, maturata in quasi 400 anni, dove la giusta interpretazione dei segni, delle stagioni e delle materie prime porta il lavoro in vigna e in cantina alla creazione di un vino che si connota al primo assaggio come figlio della terra della Valpolicella.
La  famiglia Tedeschi è rimasta sempre all’avanguardia nel pieno rispetto della tradizione, avviando lavori di  zonazione e di caratterizzazione dei propri, attività di studio che sono sinonimo di qualità per la viticoltura.
La caratterizzazione poi consente  l’analisi del terreno e misura il modo in cui la pianta si esprime da un punto di vista vegetativo per poter intervenire in modo mirato ed efficace

Ricordiamo velocemente i prodotti Tedeschi che coprono tutta la gamma prevista dalla denominazione di origine.

  • Recioto, Capitel Fontana – prodotto con uve appassite
  • Amarone della Valpolicella DOC Classico, La Fabriseria – prodotto da singolo vigneto
  • Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva, Capitel Monte Olmi – prodotto da
  • singolo vigneto
  • Amarone della Valpolicella DOCG
  • Valpolicella DOC Classico Superiore, La Fabriseria – prodotto da singolo vigneto
  • Valpolicella DOC Superiore, Maternigo – prodotto da singolo vigneto
  • Valpolicella DOC Superiore, Capitel Nicalò – prodotto con uve semi-appassite
  • Valpolicella DOC Classico, Lucchine – prodotto con uve fresche
  • Valpolicella Ripasso DOC Superiore, Capitel San Rocco
  • Corasco IGT delle Venezie – prodotto con uve semi-appassite: Corvina, Raboso e Refosco
  • Soave DOC Classico, Capitel Tenda
  • Soave DOC