L’abbronzatura nel 2016: sicura e perfetta sotto al sole!

Siamo abituate ad abbronzarci e in ogni momento di pausa e programmiamo con attenzione ogni istante per spremere le ore di sole fino all’ultimo raggio. L’abbronzatura è ormai una componente irrinunciabile del nostro look, e ci piace curarla con creme e prodotti adeguati per farla durare il più a lungo possibile.

Abbronzarsi, del resto, è una cosa seria. Lo è sempre stata, ma la consapevolezza del poterlo fare nel modo più rapido e sicuro ha trasformato un fattore di bellezza in un fattore di salute a lungo termine. Fondamentale è l’alimentazione: prima e durante il periodo di abbronzatura intensiva, ricordatevi sempre di mangiare alimenti ad alto contenuto di selenio, betacarotene, vitamina A, C ed E. Carote, pomodori, peperoni rossi, avocado, pesche non dovranno mai mancare a casa vostra!

Il primo consiglio che possiamo darvi è quello di evitare le scottature. Può sembrare banale, ma più passa il tempo più le ricerche dimostrano che una scottatura porta danni a breve termine e danni permanenti, i quali si sommano di ustione in ustione fino a causare problemi cutanei anche molto gravi.

Una protezione molto alta, come una SPF 50+, non protegge al 100% dalle radiazioni ultraviolette e di conseguenza permette alla vitamina D di svilupparsi senza problemi.

Ri-applicate la crema con frequenza, specialmente dopo un bagno: anche se la crema ha la dicitura waterproof, non è detto che lo sia del tutto. Meglio prevenire che curare, e poi si sa: una brutta scottatura è capace di rovinarci la vacanza (specialmente se a scottarsi è nostro marito!).

Buona abbronzatura!

Salva